Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 15/07 al 07/10 Gaeta: Passioni e Camminanti.... l'estate nei borghi delle città del Golfo e delle Isole Ponziane
letture: 8307
dal 21/07 al 31/12 Gaeta: Bonus Asilo Nido INPS: al via le domande... ecco le istruzioni tecniche
letture: 6668
dal 22/07 al 09/10 Gaeta: Renato Barisani, sperimentatore nel tempo... in Mostra
letture: 7063
dal 01/09 al 31/12 Gaeta: Mettiamoci in gioco!
letture: 1516
dal 13/09 al 06/10 Golfo di Gaeta: Comincia il nuovo anno del Laboratorio "Il Respiro dei Sogni"
letture: 1441
dal 15/09 al 17/12 Formia: XVIII corso di fotografia digitale
letture: 3474
dal 22/09 al 25/09 Fondi: "Fonderie delle Arti - Signor Keuner"
letture: 2644
dal 29/09 al 30/09 Itri: "GIUDITTA, ovvero le quattro stazioni di una guerra"
letture: 378
dal 30/09 al 02/12 Golfo di Gaeta: Dal 30 settembre il Concorso Teatrale Deviazioni Recitative
letture: 386
30/09 Gaeta: La responsabilità politica nella gestione di Acqualatina
letture: 427
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.504
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
lunedì
25
settembre
S. Nicolao de Flue
Compleanno di:
sex agians
sex alpino
sex benedetta
sex dimilleagost...
sex modosadi
sex robertaspine...
nel 1493: Cristoforo Colombo salpa dalla Spagna con 17 navi, per il suo secondo viaggio a Ovest.
nel 1998: Viene presentato un farmaco in grado di battere il virus dell'influenza, si chiama "GS4104".
nel 1998: Andrea Gaudenzi batte Gambili 6-2, 0-6, 7-6, 7-6 e dà all'Italia il primo punto nella semifinale di Coppa Davis negli USA. Gli Azzurri si imporranno 3-0 e sfideranno la Svezia in finale.
dw

Home » News » Latina » Formia » Camorra, arresti, sequestri e ...
domenica 12 febbraio 2017
Camorra, arresti, sequestri e negazionismo
letture: 1626
Camorra, arresti, sequestri e negazionismo
Camorra, arresti, sequestri e negazionismo
Formia: Non un comunicato, non una frase, non una parola sulla questione dell'arresto di Bidognetti a Formia e sui tanti sequestri immobiliari di questi ultimi mesi nella nostra città. Non una parola, neanche di circostanza, per esprimere apprezzamento al lavoro della Direzione Investigativa Antimafia che anche sul nostro territorio sta cercando faticosamente di intervenire sui patrimoni delle donne e degli uomini dei clan camorristici più potenti d'Italia. Non una parola per denunciare pubblicamente il crocevia di criminali che la nostra città rappresenta. Un silenzio omertoso, quello dei nostri amministratori comunali, che non trova giustificazione alcuna. E' vero, non è obbligatorio intervenire su ogni questione legata all'attualità, ma penso che avvenimenti come quelli che stanno caratterizzando la nostra città meriterebbero più approfondimenti.

Gli arresti e i sequestri immobiliari di queste ultime settimane meriterebbero maggiori approfondimenti, maggiore coinvolgimento politico, maggiore interesse. E invece sia gli arresti che i sequestri immobiliari vengono rubricati come fatti di cronaca giudiziaria, avulsi dal contesto cittadino. Passano sulle pagine della cronaca e vengono descritti come episodi estranei al tessuto sociale ed economico della nostra città. Un modo come un altro per mettere la testa sotto la sabbia e aspettare che la notizia principale della città torni a essere il vecchietto che abbandona il sacchetto dei rifiuti per strada, o il clochard che dorme sulle panchine o il negro che vende mercanzia sulle spiagge. Perché solamente questi soggetti vengono percepiti come i "veri" criminali della nostra città.

Questo non vuole essere il solito post polemico di un frustrato rosicone in cerca di visibilità che usa ogni pretesto per mettere in cattiva luce l'amministrazione comunale di Formia. Anzi, penso che temi come la criminalità organizzata debbano essere tenuti fuori dalle strumentalizzazioni di sorta e da mero oggetto di contrapposizione politica spicciola e paesana. Ma tacere su temi come l'infiltrazione malavitosa e l'influenza che ha sul tessuto sociale e culturale cittadino vuol dire essere uguali a quelli della precedente amministrazione, di quelli che dicevano che "a Formia la camorra non esiste". Con la differenza che, almeno, con quelli della precedente amministrazione si aprì un dibattito.

I silenzi degli amministratori comunali e dei loro partiti di riferimento sulle vicende giudiziarie di queste ultime settimane corrispondono a un comportamento omertoso. Il non parlarne equivale a sminuire la portata del fenomeno, a sottovalutare l'impatto sul territorio e a rendere più confortevole la permanenza dei clan camorristi nella nostra città. Il non parlarne corrisponde a negare che a Formia esista un problema legato alla criminalità organizzata. Il negazionismo nuova maniera, appunto. Quella che Roberto Saviano definisce "una falsificazione che nasconde la pericolosa illusione che il silenzio possa aiutarci. Ma è all'ombra, e in silenzio, che cresce invece l'Italia criminale mentre siamo lì a dirci che bisogna parlar bene dell'Italia e degli italiani".

Eppure i cittadini di Formia hanno diritto di conoscere la verità. Hanno diritto di sapere quanti e quali clan camorristi hanno interessi sul territorio, che incidenza hanno sull'economia locale, hanno diritto di sapere i dati relativi all'usura, al racket, alle estorsioni, al pizzo, al riciclaggio di denaro sporco, alla corruzione negli appalti nella Pubblica Amministrazione, di sapere quali sono i settori economici maggiormente a rischio, qual è il livello di infiltrazione all'interno delle istituzioni, quanti voti detengono e quali sono i pericoli di inquinamento del voto per le prossime elezioni amministrative. Vogliamo sapere chi sono i camorristi, chi frequentano, che amici hanno, le loro foto, le loro frequentazioni, come campano e come trascorrono il tempo.

A cosa serve il consiglio comunale se non sente la necessità di autoconvocarsi in via straordinaria per trattare questi temi? A cosa serve un consiglio comunale se non riesce a trovare le motivazioni per confrontarsi su temi di tale importanza? Ecco allora che la proposta del Movimento 5 Stelle di una settimana fa, totalmente ignorata, relativa alla richiesta di convocazione di un consiglio comunale straordinario tematico sulle infiltrazioni camorriste nella nostra città, voleva essere un modo come un altro per indurre tutti noi a guardarci allo specchio, e capire come affrontare la realtà senza doverla negare. Un consiglio comunale aperto al Prefetto, al Questore, al Ministero degli Interni e alle associazioni antimafia attive sul territorio, per conoscere almeno ciò che è consentito conoscere nei limiti del segreto delle indagini.

Formia non è una città di camorra e non è una città di camorristi. E' una città fatta di persone che si alzano presto la mattina, lavorano onestamente, pagano le tasse e rispettano le leggi. Ma è anche una città dove ti capita di incontrare 18enni con il macchinone da 80mila euro, di vedere negozi che aprono e chiudono in continuazione e di contare innumerevoli sportelli bancari e di credito che sono spropositati per una città come la nostra.

Come ha scritto il collega sociologo Vittorio Martone, "nelle provincie del basso Lazio (Frosinone e Latina) la Procura distrettuale antimafia ha arginato l'"ala militare" dei gruppi di camorra e di 'ndrangheta trasferitisi nel sudpontino, ma la repressione non è mai seriamente intervenuta sul tessuto di politici, professionisti e burocrati collusi che continua a operare indisturbato (...). Formia e il sudpontino, sin dagli anni Sessanta, sono considerati "Lo spazio vitale di Spartacus", soggetti alle mire espansive dei vari clan della federazione casalese, passando per la "diarchia" Schiavone-Bidognetti, fino alle recenti operazioni antimafia. Il litorale, e specificatamente Formia, sembra essere divenuta terra di conquista di un «nuovo clan dei casalesi» (così definito dal Tribunale di Napoli nell'«Operazione Golfo» del 2011). Tra i clan mafiosi del basso Lazio, soprattutto tra camorristi e 'ndraghetisti, esistono forme di collaborazione cooperative, basate su patti più o meno negoziabili: al crescere del giro di affari diminuisce la conflittualità armata perché da un lato aumenta la quota di spartizione pro capite, dall'altro bisogna evitare di attirare l'attenzione della forze di polizia e sedare una possibile insorgenza d'indignazione popolare. Si è parlato addirittura di "quinta mafia" per indicare un'aggregazione criminale originale che unisce trasversalmente, sulla base degli interessi e dei traffici, gruppi di diversa estrazione mafiosa. Due sono i pilastri su cui si è fondato il radicamento territoriale della neoplasia laziale: i reticoli di concorso esterno che hanno dato vita ad un' "area grigia", composta da esponenti delle istituzioni, della politica, della burocrazia e dell'imprenditoria, disponibile ad accettare pratiche collusive sotto forma di corruzione sistemica; l'impunità scaturente dalla scarsa tensione posta sulla penetrazione criminale, con una colpevole riluttanza delle istituzioni e della popolazione a riconoscersi come area di insediamento mafioso, sottovalutando la capillarità del fenomeno e i suoi intrecci con la società locale (...). Non ci sbagliamo quando diciamo che in Provincia di Latina, e soprattutto nel sud pontino, lo Stato non esiste, si è arreso alla camorra, alla 'ndrangheta, alle mafie, mafie di ogni natura".

Già, ".... una popolazione che ha una certa riluttanza a riconoscersi come area di insediamento mafioso ....". Se tutti noi riuscissimo a essere riluttanti alla riluttanza, avremo fatto un grande passo in avanti. E il resto potrebbe venire da sé.

Delio Fantasia
fonte: FormiaLibera.iT   di: Formia Libera


Comitato Spontaneo di Lotta Contro Acqualatina di FormiaFormia: PROSEGUE IL BOICOTTAGGIO DELLE BOLLETTE DELL'ACQUA
letture: 232
25 settembre 2017 di Comitato Spontaneo Lotta Contro Acqualatina (Formia)
Formia: La sanità pubblica nel sud pontino è ormai agli sgoccioli
letture: 241
25 settembre 2017 di PRC Formia
Formia: Le ragioni dell'ANPI (6)
letture: 337
24 settembre 2017 di anpiformia
CikoFormia: Una famiglia per Ciko!!!! cagnolone di sei mesi circa.
letture: 375
22 settembre 2017 di MJR
Formia: Gli infiniti spot elettorali del partito democratico da qui alla prossima primavera
letture: 590
21 settembre 2017 di PRC Formia
Festa della Zucca Formia - CarrozzaFormia: FESTA DELLA ZUCCA Gastronomia E' Cultura, il collaudato slogan anche per la IV Edizione
letture: 603
21 settembre 2017 di FIG2015
Formia: Vai Nicola, Formia è con te! (3)
letture: 1024
20 settembre 2017 di Delio Fantasia
Formia: Parenti e amici ricordano Christian Repici a tre anni dalla scomparsa Una Santa Messa verrà celebrata, alle ore 18,00, presso la chiesa del villaggio Don Bosco
letture: 649
19 settembre 2017 di Flaminio
Formia: A.A.A. associazione alcoolisti anonimi (1)
letture: 928
18 settembre 2017 di killroy
BannerFormia: La Giornata del Buon Gioco a Formia Una piazza di giochi, musiche, riflessioni e colori per contrastare l'azzardo
letture: 806
17 settembre 2017 di marcellino








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Pater Patriae
Pater Patriae (6)
letture: 1550
23 aprile 2017
Agnelli, abbacchi e il pranzo di Pasqua .... alla formiana
Agnelli, abbacchi e il pranzo di Pasqua .... alla formiana (1)
letture: 1306
16 aprile 2017
Ecco perché faranno di tutto per cercare di rimanere
Ecco perché faranno di tutto per cercare di rimanere (1)
letture: 1200
09 aprile 2017
Secondo me ci ripensa .....
Secondo me ci ripensa ..... (2)
letture: 1728
02 aprile 2017
In questo stagno voi ci vivrete per sempre!
In questo stagno voi ci vivrete per sempre!
letture: 1009
26 marzo 2017
tallerini bartolomeo
Sindaco e assessore indagati per voto di scambio (3)
letture: 1445
25 marzo 2017
Lettere false, corvi e veleni: una spy story alla formiana
Lettere false, corvi e veleni: una spy story alla formiana
letture: 1377
19 marzo 2017
Elezioni comunali 2018, Forza Italia e PD candidano Simeone e Zangrillo
Elezioni comunali 2018, Forza Italia e PD candidano Simeone e Zangrillo (6)
letture: 1720
12 marzo 2017
Verdini
Formia, Verdini e l'appalto da 14,4 milioni di euro
letture: 1338
05 marzo 2017
Katia Bidognetti resta in carcere. Ecco gli ampi stralci delle intercettazioni della DIA di Napoli e dell'ordinanza di custodia cautelare
Bidognetti resta in carcere. Ecco gli stralci delle intercettazioni e dell'ordinanza d'arresto
letture: 1504
26 febbraio 2017


Commenti: 2

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2017 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2017 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it