Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree
Antico Vico



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 24/09 al 16/05 Golfo di Gaeta: Progetto MUSICAL
letture: 10712
dal 08/10 al 28/03 Gaeta: TEATRO ARISTON GAETA STAGIONE TEATRALE 2016-17
letture: 9707
dal 21/01 al 15/05 Itri: XX EDIZIONE PREMIO NAZIONALE MIMESIS DI POESIA
letture: 4160
dal 23/01 al 23/04 Roma: Nuova iniziativa di prevenzione e cura per l'infezione da HIV INMI SPALLANZANI-ANLAIDS
letture: 4502
dal 14/03 al 19/03 Golfo di Gaeta: La Giornata Nazionale del Paesaggio
letture: 2906
dal 26/03 al 22/04 Roma: Aeterna. Esposizione triennale di arti visive
letture: 2393
dal 27/03 al 10/04 Gaeta: Piano Regolatore Generale: Al via le consultazioni pubbliche
letture: 361
dal 31/03 al 02/04 Ariano Irpino: Al Fiere della Campania la mostra "Gioielli a sei zampe"
letture: 1421
dal 04/04 al 07/04 Gaeta: Il Festival dei Giovani II edizione si presenta
letture: 3007
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.411
visitatori:174
utenti:6
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
giovedì
23
marzo
S. Turibio
Compleanno di:
sex franze
sex frattama
sex NEGRO
sex Oldseawolf
nel 1858: Eleazer Gardner di Philadelphia viene premiato per l'invenzione del filobus.
nel 1989: I fisici Fleischman e Pons annunciano di avere scoperto la fusione nucleare fredda.
nel 1994: Wayne Gretzky segna il suo gol numero 802 e diventa il cannobniere di tutti i tempi in National Hockey League.
dw

Home » News » Latina » Formia » La linea infernale
domenica 29 gennaio 2017
La linea infernale
letture: 757
La linea infernale
La linea infernale
Formia: La linea infernale è quella che ogni giorno devono affrontare centinaia di cittadini del nostro comprensorio. E' il capolavoro della Regione Lazio, di Zingaretti e di tutto il PD, che stanno facendo di tutto per smantellare completamente il sistema del trasporto pubblico locale. Una scommessa che stanno vincendo alla grande, tanto che l'ultimo rapporto scientifico di "Pendolaria" definisce la linea dei treni Roma - Napoli via Formia come infernale.

____________________________________________

Trasporti, ferrovia Roma-Formia-Napoli sempre più "infernale"

Rapporto Pendolaria 2016: situazione peggiorata dopo entrata in vigore del nuovo orario. Terracina classificata "stazione nel vuoto"

Legambiente ha presentato a Palermo il 24 gennaio scorso il rapporto Pendolaria 2016: la linea Roma-Napoli via Formia risulta ancora più "infernale" dopo la recente entrata in vigore del nuovo orario mentre la stazione di Terracina entra nella categoria "stazioni nel vuoto" per abbandono, vandalismo e mancanza di manutenzione. Legambiente Terracina assieme ad altri circoli e comitati del sud pontino e con il supporto di Legambiente Lazio si mobiliterà sulla tratta ferroviaria Roma-Napoli per mantenere l'attenzione sul pendolarismo del sud pontino.

Pendolaria, storica campagna di denuncia di Legambiente, nata nel 2008, dedicata ai treni regionali e locali, al pendolarismo ed alla mobilità urbana per un trasporto ferroviario regionale e locale moderno e per rendere le città meno inquinate e più vivibili, fa il punto sul trasporto pendolare nel nostro Paese, denunciando l'inadeguatezza del servizio e proponendo soluzioni concrete per realizzare un trasporto ferroviario regionale e locale moderno e al passo con l'Europa.

Il Rapporto 2016

https://www.legambiente.it/sites/default/files/docs/pendolaria_2016.pdf, presentato lo scorso 24 gennaio a Palermo alla presenza di Orazio Iacono, direttore divisione passeggeri regionale Trenitalia, Gianpiero Strisciuglio, direttore esercizio rete RFI, Giovanni Pistorio, assessore alle infrastrutture Regione Sicilia, Giusto Catania, assessore alla mobilità Comune di Palermo, Edoardo Zanchini, vicepresidente nazionale Legambiente e Gianfranco Zanna, presidente Legambiente Sicilia, e molti rappresentanti di comitati pendolari, analizza con grande dettaglio una serie notevole di dati senza trascurare i disagi dei viaggiatori che ogni giorno utilizzano il trasporto ferroviario per spostarsi.

Sono infatti circa 3 i milioni di pendolari che ogni giorno si spostano in treno per raggiungere i posti di lavoro e di studio tra carrozze sovraffollate, degrado, ritardi e sono le disuguaglianze il tratto più forte che viene fuori dal Rapporto Pendolaria 2016, fotografando un Paese che in treno viaggia sempre di più a velocità differenti, con prospettive, problemi e speranze molto diverse, che cambiano da regione a regione e, a volte nelle stesse città a seconda delle linee. La ricetta per uscire da questo stato di impasse la fornisce Edoardo Zanchini, vicepresidente di Legambiente: "Dobbiamo puntare a raddoppiare i pendolari che prendono treni regionali e metropolitani ogni giorno. Arrivare a 10 milioni di persone al 2030 è una sfida alla portata del nostro Paese e nell'interesse dei suoi cittadini, con vantaggi non solo in termini ambientali, ma di attrattività delle nostre città e dei territori, con ricadute positive sull'occupazione e sul turismo."

Analizzando meglio i risultati del rapporto relativamente al trasporto nel Lazio si rileva che nella nostra regione ci sono ben 540mila pendolari sulle tratte ferroviarie, quasi tutte tra i primissimi posti nella classifica delle più frequentate, con un totale di 383 treni, la cui età media è di 16,9 anni (a fronte di una età media nazionale di 17,2 anni) mentre il 27,1% dei treni ha più di 15 anni (il 69% in Italia). La Regione Lazio, se migliora dal punto di vista dell'età dei convogli in circolazione, presenta una situazione comunque grave per quel che riguarda la spesa per il servizio ferroviario pendolare visto che i fondi stanziati non arrivano nemmeno allo 0,1% del bilancio regionale. In questi anni si è inoltre assistito alla chiusura di oltre 1.120 chilometri di linee ferroviarie, cui vanno aggiunti 412 km di rete ordinaria che risulta "sospesa" per inagibilità dell'infrastruttura, tra cui la ormai tristemente nota Priverno Fossanova-Terracina.

"Risale infatti al settembre del 2012 la frana del Monte Cucca che ha reso inagibile la ferrovia per Terracina, con la conseguente chiusura della stazione. La Regione Lazio, a seguito del parere favorevole della Conferenza dei servizi e con Determinazione n. 15233 del 30 ottobre 2014 della Direzione Regionale infrastrutture, ambiente e politiche abitative, aveva approvato il progetto generale definitivo denominato "Indagini geologico-tecniche - dichiara Anna Giannetti Presidente del Circolo Legambiente Terracina "Pisco Montano"- e progettazione delle opere di difesa dalla caduta massi dal km 113+800 al Km 114+800 della linea ferroviaria Priverno-Terracina località La Fiora", a cura di Rete Ferroviaria Italiana, per un importo pari a circa 10 milioni di euro, progetto poi presentato anche al Comitato Regionale dei Lavori Pubblici il 19 giugno 2015.

"A gennaio 2016 - prosegue Giannetti - il Consiglio Regionale aveva poi approvato, all'unanimità, una mozione che impegnava la Giunta Regionale al finanziamento integrale dell'opera di messa in sicurezza e ripristino della tratta ferroviaria e ora, con i fondi disponibili del POR FESR Lazio 2014-2020 sull' Asse prioritario 5 - Rischio idrogeologico per oltre 90 milioni di euro, l'obiettivo sembra davvero raggiungibile, anche se a tutt'oggi non vi è ancora certezza sull'avvio dei lavori, nonostante che i cittadini, attraverso comitati spontanei e associazioni, con petizioni e raccolta firme, e l'Amministrazione Comunale di Terracina non abbiano mai smesso da anni di esercitare forti pressioni perché si conseguisse il risultato del ripristino della tratta, ritenuta importante anche per lo sviluppo turistico della città di Terracina e di tutto il comprensorio." "

Nella categoria "Stazioni nel vuoto" del nostro Rapporto entra ormai di diritto quella di Terracina chiusa ormai dal lontano 2012 e precipitata nel degrado e nel vandalismo con binari invasi dalle erbacce, locali vuoti con i vetri rotti, biglietteria murata, diventata occasionale meta di senzatetto che spesso tentano di riaprirne i locali per trovare riparo. Dato che Trenitalia garantisce comunque il collegamento dalla stazione Priverno-Fossanova con bus sostitutivi in coincidenza e visti i tempi presumibilmente lunghi non solo per l'auspicabile avvio ma anche per la eventuale conclusione dei lavori di messa in sicurezza e ripristino della vecchia tratta, andrebbe presa in seria considerazione anche l'ipotesi di potenziare la vicina stazione di Monte San Biagio che è sulla direttissima Roma-Napoli, vero e autentico hub sia per Roma che per Napoli, arricchendola con fermate aggiuntive dei treni regionali non-stop che collegano Formia a Roma oltre che con fermate degli Intercity dal Nord e Sud Italia.

Occorre attuare una rigenerazione dell'intera stazione rendendola più funzionale ed accogliente anche per i turisti (nel Dossier Stazioni di Legambiente Lazio http://www.legambientelazio.it/legambiente-presenta-dossier-qualita-delle-stazioni-nel-lazio-le-peggiori-due-ponti-tor-di-valle-e-quelle-della-termini-centocelle/ la stazione risulta non essere tra le peggiori!). La rigenerazione dovrebbe portare al potenziamento del servizio di parcheggio auto come snodo intermodale, con annessi servizi igienici e di illuminazione e coperture per le auto in sosta, sempre tenendone accessibili i prezzi e garantendo una completa autonomia energetica, e al rafforzamento del servizio veloce di navette in coincidenza (anche elettriche!) che in una decina di minuti consentirebbero di raggiungere il centro di Terracina. Sarebbe utile anche riprendere poi il vecchio progetto presentato a Trenitalia con il cambio di denominazione da "Monte San Biagio" a "Monte San Biagio-Terracina mare"".

Nel Rapporto viene menzionata infatti la situazione critica della linea regionale FL7 che con i 128 chilometri ferroviari che separano la stazione di Roma Termini da quella di Formia è diventata una delle ferrovie regionali del Lazio "infernali" come testimonia la sua presenza nel Dossier Legambiente Lazio "Trofeo Caronte" 2015 http://www.legambientelazio.it/wp-content/uploads/20151216dossier_caronte.pdf . I Pendolari tra Lazio e Campania denunciano infatti gravi disagi con il nuovo orario invernale in vigore dall'11 dicembre 2016, poi parzialmente rivisto il 2 gennaio anche per le proteste degli stessi pendolari, e che ha visto una riduzione delle corse tutta a carico della utenza della stazione di Minturno-Scauri, per la regione Lazio, e delle utenze di Sessa Aurunca e Falciano-Mondragone per la Campania.

Proprio a fronte di tali modifiche di orario e treni è nato un importante Coordinamento interregionale che raggruppa i comitati pendolari di Minturno, Monte San Biagio, Terracina, Priverno, Sezze Romano facenti parte della regione Lazio, e i comitati di Sessa Aurunca (comitati civici e pendolari), Falciano-Mondragone-Villa Literno, Associazione pendolari Sannio-Terra di lavoro, Comitati pendolari Terra di Mezzo, appartenenti alla regione del sud pontino e della Campania, la cui finalità è quella di ribadire che "la linea Roma-Napoli è fondamentale per l'economia del Lazio meridionale e della Campania, oltre che per la vitalità e la vivibilità dei territori, per il loro sviluppo turistico e culturale oltre che per garantire alle popolazioni pieno accesso a strutture essenziali come quelle sanitarie e universitarie".

Per tutte queste ragioni e per mostrare la nostra vicinanza a tutti i Comitati Pendolari della tratta Roma-Napoli e ai Pendolari di Terracina, attualmente divisi tra bus sostitutivi Trenitalia per la Stazione Priverno-Fossanova e Navette e Bus Cotri e Cotral per la Stazione di Monte San Biagio, nei prossimi giorni il Circolo Legambiente di Terracina, in coordinamento con i Circoli di Monte San Biagio, Fondi e Formia-Minturno (Sud Pontino) e con il supporto di Legambiente Lazio organizzerà una mobilitazione su tutta la tratta Roma-Napoli via Formia per evidenziarne le criticità, far conoscere le condizioni di vita dei pendolari del Sud Pontino e rivendicare l'assoluta necessità di migliorare la qualità del servizio fornito, avanzando anche proposte concrete e coinvolgendo tutti gli interlocutori della Regione Lazio, Trenitalia e RFI oltre che i Comuni del territorio.

Legambiente è la più grande organizzazione ambientalista italiana con oltre 115.000 tra soci e sostenitori, 1.000 gruppi locali, 30.000 classi che partecipano a programmi di educazione ambientale, più di 3.000 giovani che ogni anno partecipano ai nostri campi di volontariato, oltre 60 aree naturali gestite direttamente o in collaborazione con altre realtà locali. Grazie ai suoi 1.000 circoli è l'associazione ambientalista più diffusa in Italia col privilegio di essere presenti capillarmente su tutto il territorio nazionale, lì dove i fatti avvengono e le persone operano, mettendo in pratica valori e ideali. Tratto distintivo dell'associazione è l'ambientalismo scientifico, ovvero la scelta di fondare ogni progetto in difesa dell'ambiente su una solida base di dati scientifici, uno strumento con cui è possibile indicare percorsi alternativi concreti e realizzabili.

Fonte: http://www.ilquotidianodellazio.it/articoli/23676/trasporti-ferrovia-roma-formia-napoli-sempre-piu-infernale
fonte: FormiaLibera.iT   di: Formia Libera


Formia: Assessora Zangrillo, Non so se piangere o ridere (1)
letture: 298
23 marzo 2017 di Nino38
I partecipanti del meeting di MadridFormia: Progetto Europeo ECOMED all'Istituto Tecnico Geometri "Tallini" di Formia Un progetto Erasmus sull'Ingegneria Naturalistica
letture: 197
22 marzo 2017 di Istituto Tecnologico Tallini (ex Geometri)
Formia: Che succede a San Giulio? (1)
letture: 467
20 marzo 2017 di PRC Formia
Lettere false, corvi e veleni: una spy story alla formianaFormia: Lettere false, corvi e veleni: una spy story alla formiana
letture: 906
19 marzo 2017 di Formia Libera
1° Premio alla CHEF,Maria Simona PavalacheFormia: 16° Concorso dell'ASSOCIAZIONE CUOCHI DEL GOLFO Basso Lazio Svolto lo scorso 14 marzo il Concorso Gastronomico "Angelo Celletti", approdato alla XVI edizione
letture: 662
19 marzo 2017 di descartes
Formia: Un grazie ai pendolari di Minturno (16)
letture: 1002
17 marzo 2017 di aliseo
Formia: Formia Rifiuti Zero: Inaccettabile la politica dello struzzo dell'attuale amministrazione
letture: 625
16 marzo 2017 di PRC Formia
Formia: Politica come forma di illusionismo!
letture: 476
13 marzo 2017 di PRC Formia
Percorso Ciclo PedonaleFormia: Percorso ciclopedonale o marciapiede? Pubblica sottoscrizione per la riqualificazione di via Fosso degli Ulivi e via Delle Vigne a GIANOLA - Formia
letture: 808
12 marzo 2017 di blackbelt2003
Formia: Formia: elezioni comunali, nulla di nuovo sotto il sole (2)
letture: 631
12 marzo 2017 di Nino38








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
Lettere false, corvi e veleni: una spy story alla formiana
Lettere false, corvi e veleni: una spy story alla formiana
letture: 906
19 marzo 2017
Elezioni comunali 2018, Forza Italia e PD candidano Simeone e Zangrillo
Elezioni comunali 2018, Forza Italia e PD candidano Simeone e Zangrillo (5)
letture: 912
12 marzo 2017
Verdini
Formia, Verdini e l'appalto da 14,4 milioni di euro
letture: 973
05 marzo 2017
Katia Bidognetti resta in carcere. Ecco gli ampi stralci delle intercettazioni della DIA di Napoli e dell'ordinanza di custodia cautelare
Bidognetti resta in carcere. Ecco gli stralci delle intercettazioni e dell'ordinanza d'arresto
letture: 1155
26 febbraio 2017
Un centrista è come un diamante: è per sempre
Un centrista è come un diamante: è per sempre
letture: 1065
19 febbraio 2017
Camorra, arresti, sequestri e negazionismo
Camorra, arresti, sequestri e negazionismo (2)
letture: 1310
12 febbraio 2017
O la smettete con queste buffonate o non faccio più la differenziata
O la smettete con queste buffonate o non faccio più la differenziata (5)
letture: 884
05 febbraio 2017
Camorra, arresti e interventi amministrativi:  la richiesta di un consiglio comunale straordinario di
Camorra e arresti: la richiesta di un consiglio comunale straordinario di "Formia 5 Stelle"
letture: 609
03 febbraio 2017
La linea infernale
La linea infernale
letture: 758
29 gennaio 2017
Cusani
Cusani "SANTO SUBITO" (3)
letture: 1394
22 gennaio 2017