Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 30/11 al 30/06 Scuola e società: Progetto del MIUR "Fisco e Scuola" con l'Ag. delle Entrate all'IIS Fermi-Filangieri di Formia
letture: 17115
dal 09/02 al 25/05 Minturno: Rassegna cinematografica "Lo Sguardo delle Donne"
letture: 10508
dal 20/03 al 21/06 Formia: Progetto di eccellenza del FAI all'istituto Filangieri
letture: 5037
dal 01/04 al 03/09 Sermoneta: Giardino di Ninfa e Castello di Sermoneta: tutte le novità per il 2019
letture: 9715
dal 06/05 al 19/05 Roma: "Omaggio alle Edicole Sacre del Rione Ponte"
letture: 1464
19/05 Cassino: Un viaggio su un treno storico a vapore che rievoca la nascita della prima alta velocità italiana (1)
letture: 7395
19/05 Cassino: Un viaggio su un treno storico a vapore che rievoca la nascita della prima alta velocità italiana
letture: 2973
dal 23/05 al 25/05 Golfo di Gaeta: Dal Formia Film Festival all'Ulysses Film Festival
letture: 2398
25/05 Golfo di Gaeta: Fotografia femminista
letture: 264
dal 11/07 al 14/07 Formia: Gusto e Arte nel Parco
letture: 10118
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.568
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
domenica
19
maggio
S. Crispino da Viterbo
Compleanno di:
sex bullsofcrown
sex cosimoanteto...
sex glanzid
sex MicheleCam77
sex morfeo33
nel 1906: Viene inaugurato il tunnel ferroviario di Simplon che collega Italia e Svizzera.
nel 1988: La Scavolini Pesaro vince il suo primo titolo italiano di basket.
dw

Home » News » Latina » Formia » Rassegna cinematografica "LE ...
sabato 09 luglio 2016
Rassegna cinematografica "LE MUSE DISSONANTI" con ingresso gratuito
7 film su autori e opere della letteratura in 7 notti di piena estate
letture: 5035
Data evento: venerdì 15 lug 2016 a venerdì 26 ago 2016
Formia: Presso il circolo nautico Vela viva (penultimo stabilimento sul lungomare di Vendicio a Formia, in direzione di  Gaeta), sono in programma, a partire da venerdì 15 luglio alle ore 21.30 e con scadenza settimanale, le proiezioni dei film previste all'interno dell'appuntamento estivo con "Cinema alla deriva", giunto alla decima edizione.
Venerdì 15 luglio

Furore (The Grapes of Wrath, USA 1940, b/n, 129') di John Ford, con Henry Fonda, Jane Darwell, John Carradine, Charley Grapewin

Dall'Oklahoma alla California a bordo di un vecchio camion, la famiglia contadina di Tom Joad, travolta come migliaia di altre dalla Grande Depressione del 1929, affronta un avventuroso viaggio verso la "terra promessa" dove sperano di trovare il lavoro. Ma Tom, che è appena uscito di prigione ed è ricercato dalla polizia, deve lasciare i suoi cari per non metterli nei guai. Un capolavoro di John Ford che ricrea, con eccezionale intensità, il clima del romanzo omonimo di John Steinbeck (1902-1968) da cui è tratto. Un racconto per immagini perfetto nella sua impeccabile, rigorosa essenzialità; grandi interpretazioni di protagonisti e comprimari. Il film più duro e di maggior valore umanitario e sociale di John Ford, che non era "solo" un regista di western, come lui amava definirsi. Un poema di solenne pietà, un'opera potente e senza tempo: non un documento del cinema, ma un documento generale di storia. Due soli, ma meritatissimi Oscar: regia e attrice non protagonista (Jane Darwell).

Venerdì 22 luglio

Il nome della rosa (Italia/Francia/Rft 1986, col.,125'), di Jean-Jacques Annaud, con Sean Connery, Christian Slater, F. Murray Abraham,

Nell'autunno del 1327, il frate francescano Guglielmo di Baskerville, accompagnato dal novizio benedettino Adso da Melk, risolve l'intricata matassa di una serie di misteriosi delitti avvenuti in una maestosa e solitaria abbazia benedettina dell'Italia del Nord. Libera interpretazione del romanzo-fenomeno di Umberto Eco (1932-2016), venduto in milioni di copie in tutto il mondo. Il respiro filosofico, la miriade di citazioni e la colta ironia che caratterizzano il romanzo si smarriscono nella sua trasposizione cinematografica, che peraltro ne conserva l'atmosfera cupa e rarefatta. Annaud tenta una riduzione che ne salvi almeno il fascino dell'intrigo alla Sherlock Holmes in pieno Medioevo. Impossibile pretendere la restituzione fedele di una creazione letteraria complessa, autentica opera metafisica di indagine, basata su un parodico e labirintico gioco di incastri, mascheramenti, rimandi, parafrasi e rapporti intertestuali. Film calligrafico e dalla splendida fotografia, eccellente nella caratterizzazione di personaggi e luoghi. Raffinata interpretazione di Sean Connery.

Venerdì 29 luglio

L'attimo fuggente (Dead Poets Society, USA 1989, col., 129') di Peter Weir, con Robin Williams, Robert Sean Leonard, Ethan Hawke, Josh Charles, James Waterston

All'Accademia Welton, un elitario college americano del New England, nell'autunno del 1959 arriva un nuovo insegnante di letteratura, John Keating, entusiasta del poeta Walt Whitman (1819-1892), che si fa subito notare per i metodi pedagogici assolutamente inconsueti per i tempi e per l'istituto: con gesti a volte plateali infonde negli studenti l'amore per la vera poesia e, soprattutto, una grande fiducia nei loro mezzi intellettuali. Un salutare inno alla rivolta e al carpe diem, significativamente collocato un anno prima dei fatidici anni Sessanta. Coraggioso nella scelta tematica, discutibile nella sua acritica esaltazione dell'individualismo, e con qualche forzatura retorica, è una macchina narrativa perfettamente oliata che non perde un colpo sino al finale che scalda il cuore, inumidisce gli occhi e strappa l'applauso. Un grande successo, nonostante l'eccessiva enfasi melodrammatica e l'istrionismo di Robin Williams. O forse proprio in virtù di essi. Oscar alla sceneggiatura di Tom Schulman.

Giovedì 4 agosto

Poeti dall'inferno (Total Eclipse, GB/Francia/Belgio 1995, col., 110') di Agnieszka Holland, con Leonardo DiCaprio, David Thewlis, Romane Bohringer, Dominique Blanc

Arrogante e infantile, Arthur Rimbaud ((1854-1891) arriva a Parigi appena sedicenne e con le sue poesie conquista subito la stima di Paul Verlaine (1844-1896), poeta più maturo e già affermato nel mondo letterario della Ville Lumière. Ben presto il loro sodalizio intellettuale si trasforma in un tempestoso legame sentimentale destinato a sfociare nel dramma. La regista polacca sceglie di raccontare la passione che, nel triennio 1871-1873, legò i due grandi poeti francesi, ma non c'è nulla di agiografico o patinato nella sua ricostruzione di questo rapporto tutto "genio e sregolatezza". Anzi, semmai qui la sregolatezza è padrona quasi assoluta del campo, in tutta la sua dissoluzione di qualsiasi parvenza di "umanità", descritta in modi così espliciti e crudi da meritarsi in Italia il divieto ai minori di 18 anni. L'asprezza della storia è accentuata dalla presenza della giovanissima moglie di Verlaine: la tormentata relazione tra i due poeti si trasforma in una partita triangolare. Il nucleo centrale regge anche in virtù dei due protagonisti, soprattutto dello scattante DiCaprio, magistrale nell'interpretare il genio più folgorante e turbolento della poesia moderna.

Giovedì 11 agosto

Shakespeare in love (USA 1998, col., 122') di John Madden, con Joseph Fiennes, Gwyneth Paltrow, Geoffrey Rush, Judi Dench, Colin Firth, Ben Affleck

Estate del 1593. William Shakespeare (1564-1616) è un giovane astro in ascesa del teatro elisabettiano, ma sente che la sua vena creativa si sta esaurendo. Per quanto si sforzi, non riesce a iniziare la sua nuova e attesissima opera, "Romeo ed Ethel, la figlia del pirata". Troverà l'ispirazione in lady Viola, decisa a diventare attrice nonostante sia una carriera vietata alle donne. Al di là del lusso scenografico e della presa emotiva sullo spettatore, è un film "postmoderno", dove Shakespeare è raccontato come uno sceneggiatore del '900, poeta borghese, commediografo, attore, impresario, regista. Una commedia programmaticamente "spregiudicata" che, reinventando la Storia a misura di spettacolo (Shakespeare va persino dallo psicoanalista), riafferma l'idea romantica della vita che ispira l'arte e rende il Bardo accessibile al grande pubblico. Sceneggiatura vivace, debordante e magnificamente bugiarda, con una messa in scena da dramma elisabettiano rivolto all'intelligenza dei nobili e al cuore del popolo che vi trova intreccio, avventura, amore. Tredici nomination e sette Oscar.

Giovedì 18 agosto

Bright Star (Gb/Australia/Francia/Usa 2009, col., 118') di Jane Campion, con Ben Whishaw, Thomas Sangster, Abbie Cornish, Paul Schneider Griffiths

Londra 1818. Tra il 23enne poeta inglese John Keats (1795-1821) e Fanny Brawne, sua vicina di casa e candida studentessa di alta moda, divampa una passione amorosa intensa e tormentata, fino a trasportare i due innamorati in un crescendo emotivo che rasenterà l'ossessione. Ineluttabile la separazione che culminerà con la morte a Roma del giovanissimo poeta, affetto da tubercolosi. Il film della regista neozelandese è un'intima e partecipe riflessione sulle origine dell'amore romantico, e mostra che, se sono gli uomini a inventare le parole per esprimerlo, sono le donne a viverlo. Fin dalle prime inquadrature, tutto è profondamente femminile, raccontato e presentato in modi così fisici, materiali, quotidiani, che donne, uomini, bambini del primo '800 sembrano nostri contemporanei. La storia di questo amore sembra accadere in un tempo che sta fuori dal tempo. Attraverso gli occhi e il cuore appassionato di una giovane donna, lo spettatore ignaro si avvicina a una poesia apparentemente lontana dal nostro mondo. Non una star nel meraviglioso cast di interpreti, ma è difficile dimenticare la forza con cui Fanny ama Keats e soffre per la sua perdita.

Venerdì 26 agosto

Il giovane favoloso (Italia 2014, col., 134') di Mario Martone, con Elio Germano, Isabella Ragonese, Michele Riondino, Massimo Popolizio, Anna Mouglalis, Valerio Binasco, Paolo Graziosi, Edoardo Natoli

Il racconto della breve vita di Giacomo Leopardi (1798-1837), dalla Recanati della biblioteca paterna fino alla Napoli del colera e del Vesuvio. Il ritratto di un uomo libero di pensiero, socialmente spregiudicato, ribelle e spesso emarginato dalla società e dal tempo in cui vive. Quella che il regista napoletano ci restituisce, in un film ambizioso e serrato, è la biografia emotiva e artistica di un genio tormentato, vulnerabile e straziato, di un giovane uomo lacerato nel fisico e nell'anima, di un artista profetico e originale, dalla grande lucidità intellettuale e dall'infinita ironia. Gli stereotipi e le lusinghe della vulgata, la retorica del «poetico», il fascino di una figura che oggi può risultare perfino esotica, la morbosità della deformità fisica, il rapporto per qualcuno «ambiguo» di Leopardi con l'amico Ranieri: tutto questo c'è nel film di Martone, eppure niente di tutto questo ne costituisce l'ossatura che, al contrario, va ricercata nell'incessante tensione verso l'assoluto, verso quell'«infinito» sublimemente descritto da Leopardi nella sua più celebre poesia. Uno struggente film sulla giovinezza, sullo scontro coi padri, sul bisogno di utopie. Sulla scoperta del mondo, di sé, dell'amore, del desiderio, dell'amicizia. Straordinaria l'interpretazione mimetica di Elio Germano.


Dalla lettura di un pezzo di vera contemporanea poesia,
si può dire che essa aggiunga un filo
alla tela brevissima della nostra vita.

GIACOMO LEOPARDI

Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita.
Chi legge avrà vissuto 5000 anni.
La lettura è un'immortalità all'indietro.

UMBERTO ECO

Un libro deve essere l'ascia per il mare gelato che è in noi.

FRANZ KAFKA

postato da: coccia_tosta  


partito della Rifondazione Comunista - 
FormiaFormia: Legge 194:la democrazia negata
letture: 1221
12 maggio 2019 di PRC Formia
partito della Rifondazione Comunista - 
FormiaFormia: La revoca di un finanziamento di 900mila euro: un bene o un male?
letture: 1828
03 maggio 2019 di PRC Formia
Formia: Finalmente è arrivato PISOLO
letture: 2064
30 aprile 2019 di KAKAMI_OKATZU
logo MIMESISFormia: Premio Internazionale Modernità in metrica- Associazione Culturale Teatrale MIMESIS Gli alunni del liceo classico V. Pollione di Formia incontrano i poeti per la cerimonia premiativa
letture: 1803
25 aprile 2019 di Mimesis
partito della Rifondazione Comunista - FormiaFormia: Viva la resistenza, viva l'antifascismo
letture: 1768
24 aprile 2019 di PRC Formia
ANPI - Sezione di FormiaFormia: 25 Aprile: L'umanità al potere! Costruiamo ponti non muri
letture: 1739
24 aprile 2019 di anpiformia
partito della Rifondazione Comunista - 
FormiaFormia: Campagna contro le lunghe liste di attesa per le prestazioni sanitarie
letture: 1723
20 aprile 2019 di PRC Formia
LovandinaViesteFormiaFormia: Gemellaggio Musicale Banda di Vieste con Banda di Formia
letture: 1901
19 aprile 2019 di BandadiFormia
Formia: Enrico D'Angelis lo scomodo grillo parlante
letture: 1860
18 aprile 2019 di TF Press
Formia: Eccellenze a Formia
letture: 2023
17 aprile 2019 di KAKAMI_OKATZU








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
lo splendido violino verde
Lo splendido violino verde: 40 anni dalla scomparsa di Angelo Maria Ripellino
letture: 1641
02 dicembre 2018
Cinema alla deriva 2018
Rassegna cinematografica "Cinema alla deriva 2018"
letture: 6261
09 luglio 2018
Il Dio dimenticato
letture: 9163
01 dicembre 2017
CINEMA ALLA DERIVA - "Lo specchio delle illusioni"
letture: 6204
06 luglio 2017
Rassegna cinematografica "LE MUSE DISSONANTI" con ingresso gratuito
letture: 5036
09 luglio 2016
"Bianca schiuma delle onde ruggenti"
letture: 2739
18 agosto 2015
CINEMA ALLA DERIVA, nona rassegna 2015 (2)
letture: 7931
05 luglio 2015
Assemblea Pubblica per chiedere la bonifica da amianto di ampie aree di Formia
letture: 3651
06 dicembre 2014
La replica degli studenti del Liceo Classico a Formialibera (6)
letture: 3906
21 novembre 2014
Proiezione di diapositive di acquerelli su soggetto marino realizzati da Salvatore Bartolomeo,
letture: 4343
06 agosto 2014