Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 18/11 al 29/02 Formia: All'Ariston di Gaeta tutto pronto per la Stagione Teatrale 2019-20
letture: 11365
dal 10/01 al 19/04 Golfo di Gaeta: XX corso di fotografia digitale
letture: 4221
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.608
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
domenica
19
gennaio
S. Mario m.
Compleanno di:
sex 19loro
sex cascarino
sex larosabianca
nel 1915: George Claude brevetta la lampada al neon.
nel 1977: 12.700.000 persone si radunano per il festival religioso indiano.
nel 1984: a Città del Messico,Francesco Moser polverizza il record dell'ora di Eddy Merchx,che resisteva da 12 anni. Moser percorre 50,808 km.
dw

Home » News » Latina » Formia » In ricordo di Settimio Gugliel...
lunedì 21 marzo 2016
In ricordo di Settimio Guglielmo
letture: 1650
Formia: Ho appreso con molto ritardo della scomparsa di Settimio e mi scuso con la famiglia per non essere stato presente ai suoi funerali. E' morto serenamente, mi hanno detto, come era giusto per una persona per bene nonché artista di grande valore che ha vissuto quasi un secolo. Un secolo di orrori e distruzioni ma anche aperto al cambiamento e alla speranza di cui Settimio è stato testimone e protagonista con le sue opere. Ho conosciuto Settimio solo un paio di anni fa. Quando mi è stato chiesto di fare la presentazione delle sue opere a Trivio, ho avuto con lui lunghe conversazioni durante le quali con semplicità e senza enfasi mi ha raccontato di sé.
Settimio ha scoperto la sua vocazione artistica molto presto ma ne ha avuto la piena consapevolezza in un campo di prigionia francese a Costantina in Algeria appena ventenne dove rimase rinchiuso per oltre un anno. Ma l'arte gli ha reso la forza di sperare nella libertà e nel futuro, smentendo i totalitarismi di ogni epoca che hanno voluto o vorranno soggiogarla.
Così quel luogo di costrizione è stato il contesto e l'occasione che gli hanno permesso d'incontrare altri giovani pittori di cultura e tendenze artistiche diverse e potersi così ritagliare il suo autonomo percorso artistico legato all'esperienza impressionistica e neo impressionistica a cavallo tra i due secoli.
Le sue tele, spesso realizzate "en plein air", rivelano una grande versatilità dell'artista che passa dalla Natura morta al ritratto, dal paesaggio campestre a quello urbanizzato. Ma dentro tutte troviamo l'anima di un nostro geniale conterraneo che ci fa scoprire gli angoli del nostro territorio, i nostri vicoli o i nostri monumenti, l'essenza delle nostre tradizioni provocandoci un grosso impatto emotivo.
Di questo dobbiamo essere grati a Settimio considerato gli attacchi che vengono sistematicamente rivolti alla nostra identità.
Se guardiamo le sue tele ci accorgiamo come i colori esaltano e proiettano con una forza vitale gli oggetti che ritrae: forme e colori che sono frutto della sua visione del mondo, della sua creatività.
Parte dalla realtà per crearne una propria che non è soltanto frutto della sua mediazione razionale ma anche della sua percezione della realtà che passa attraverso la sua sensibilità. Non sono più gli oggetti, i volti della realtà immediata, sono i riflessi della sua visione dell'oggetto recuperato dalla memoria che nel momento della rappresentazione diventa presente, ma un altro presente, un'altra realtà molto più complessa.
Non riproduzione della realtà -Imitazione- ma una "realtà imperfetta", frutto del sentimento e della memoria che hanno nutrito la sua creatività di artista protrattasi per lunghi lustri. Con gli anni la sua sensibilità si è sempre più raffinata recuperando i luoghi della sua memoria proiettandola nel futuro con una vivace fantasia cromatica presente in tutte le sue tele. Non un'arte astratta, ma paesaggi, il suo mare con luci riflesse vibranti, casolari, vicoli, contesti umani con figure tipiche del suo ambiente, pastori, contadini, scene folcloristiche, feste popolari o religiose ancora riconoscibili.
Sono pezzi di vita, della nostra tradizione in via d'estinzione: la mietitura del grano o la raccolta del fieno per le bestie, i melograni rosso-vivo che raccontano la generosità della nostra terra, della sua terra natia, della natura di cui è acuto osservatore e cultore. Nelle sue tele, le nostre "campagnole" di un tempo, appena abbozzate, eppure così vive nei colori accesi dei loro vestiti tradizionali, lanciano un messaggio di serenità pur nella consueta fatica quotidiana, proiettandoci nei nostri rimpianti o nelle nostre nostalgie, accompagnandoci quasi con un leitmotiv musicale armonico. Talvolta però qualche tela interrompe bruscamente questa armonia col presentarci la violenza della guerra con la fucilazione di innocenti, quel circolo chiuso di anziani a Trivio.
Quel tronco alle spalle del soldato che spara, ha una forma di mitico mostro divoratore con le fauci aperte che minaccia il nostro futuro cosi come quei pensionati in piazza che uccidono il tempo per non annoiarsi, ci insinuano la tristezza della solitudine della senilità toccando temi universali. Però l'immediatezza di una emozione trasferita sulla tela derivante dall'età o dall'esperienza violenta della guerra non annullano la fondamentale armonia e fiducia nella vita che percorre tutta la vita e l'opera di Settimio. Quei volti, quelli di Civita o della stessa madre dell'artista, così scavati dalla fatica e dall'età su cui si può scrivere un trattato di psicologia sociale o se preferite di sociologia, splendidamente vestite da pacchiane, hanno ambedue tra le braccia due fasci di grano che sono il simbolo della continuità della vita come il melograno.
Il seme di grano interrato muore per risorgere con le sue splendide spighe, nutrirci e darci nuova vita. Questo credo sia stato il messaggio che Settimio ci ha lasciato ora che non c'è più e che non avremo più il piacere di vederlo passeggiare per via Vitruvio con quel cappellino, camicia e pantaloni bianchi.
GRAZIE SETTIMIO

postato da: pscipione  


I Cavalieri dell'Ordine del Tempio di SalomoneFormia: Cena di Gala augurale dell'Ordine dei Cavalieri del Tempio di Salomone Presso la suggestiva cornice del Grand Hotel Miramare a Formia si è svolta una serata di Gala che ha riunito Dame, Dignitari e Cavalieri per lo scambio degli auguri per il 2020 appena iniziato...
letture: 1068
12 gennaio 2020 di descartes
I Componenti la Grande Orchestra di Fiati 'Giuseppe Pepenella' di FormiaFormia: 1° CONCORSO NAZIONALE di composizione di Marcia sinfonica-città di Formia Concerto alla Memoria di Giuseppe PEPENELLA, (EX DIRETTORE DELLA BANDA MUSICALE DI CASTELLONORATO) CONCERTO DI CAPODANNO 2020 - 14 ED. I CONCERTI DI NATALE
letture: 1987
02 gennaio 2020 di descartes
Formia: 14° Festival musicale "I CONCERTI di NATALE" "CONCERTO di NATALE 2019"
letture: 3078
13 dicembre 2019 di Gofpepenella
locandinaFormia: Incontro sull'epistolario di Franz Kafka a Milena Jesenská "Il sogno è l'ultima notizia che possiedo di te..." Lettere di Franz Kafka a Milena Jesenská.
letture: 1932
04 dicembre 2019 di cronache_pontine
Copertina degli Atti del ConvegnoFormia: A Gianola sulle Orme di Pasquale Mattej Presentazione degli Atti del Convegno (1)
letture: 2079
04 dicembre 2019 di Associazione "GianolAmare"
partito della Rifondazione Comunista - FormiaFormia: Trasporto ferroviario:"Uomini come animali"
letture: 2328
01 dicembre 2019 di PRC Formia
Raffaele TranoFormia: Ospedale Dono svizzero in attesa della Risonanza magnetica da 7 anni I portavoce M5s Raffaele Trano e Loreto Marcelli strigliano Asl Latina
letture: 2615
21 novembre 2019 di Raffaele Trano Portavoce M5S
Pd FormiaFormia: Emergenza maltempo: risposte rapide in tempi certi
letture: 2617
18 novembre 2019 di PartitoDemocraticoFormia
partito della Rifondazione Comunista - FormiaFormia: La sosta a Formia? Caos e desolazione (1)
letture: 2804
16 novembre 2019 di PRC Formia
LocandinaFormia: Le Vie di Bacco 2019 Quartiere est di Formia (1)
letture: 2974
13 novembre 2019 di Associazione "GianolAmare"








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
In ricordo di Settimio Guglielmo (3)
letture: 1651
21 marzo 2016
La mostra nella chiesa di Castagneto
letture: 2825
06 settembre 2015
Amministrazione: Caos calmo a Formia (6)
letture: 2712
30 giugno 2015
Continuano i lavori per la costituzione della Consulta cittadina (2)
letture: 2272
26 giugno 2015
Le promesse di Bartolomeo e della Giunta che non c'è più! (7)
letture: 3711
10 giugno 2015
OPEN GALLERY 2014
letture: 3759
30 settembre 2014
Dal feudatario al principe Formia continua? (2)
letture: 2719
01 agosto 2014
Italiani inaffidabli? E i tedeschi?
letture: 2804
21 luglio 2014
Bagni del Parco
TASI uguale per tutti?
letture: 3676
05 giugno 2014
Pasquale Scipione
TASI: Una truffa ai cittadini formiani (8)
letture: 4906
31 maggio 2014


Commenti: 3

i commenti alle news sono visionabili solo dagli utenti registrati


Copyright © 2002 - 2020 TeleFree.iT info: info@telefree.it
Web site engine's code (PML) is Copyright © 2003 - 2020 by LiveWeb.iT

powered by LiveWeb.it