Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 26/02 al 01/11 Sermoneta: Giardino di Ninfa, via alle prenotazioni online
letture: 24481
dal 23/05 al 01/11 Cisterna: Il giardino di Ninfa riapre con nuove regole e un nuovo calendario
letture: 15470
dal 01/10 al 31/10 Gaeta: Un mese tutto rosa per la prevenzione
letture: 2238
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.627
visitatori:323
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
mercoledì
21
ottobre
S. Orasola m.
Compleanno di:
sex associazione...
sex ladestraterr...
sex lello1948
sex permigliorar...
sex torino
nel 1520: Durante la circumnavigazione della Terra, Ferdinando Magellano scopre uno stretto che battezza: "Di Tutti i Santi".
nel 1879: Dopo 14 mesi di esperimenti riesce a far funzionare il prototipo della lampadina elettrica. Il filamento incandescente resta acceso per 13 ore e mezza.
nel 1925: Viene presentata la cellula fotoelettrica. Un congegno che misurando la luce naturale permette di accendere o spegnere quella artificiale.
nel 1950: Nasce a Riga Uljana Semionova. Crescerà fino a 2.11 m. Vincerà due ori olimpici con la nazionale sovietica di basket e tutte le coppe possibili con la Daugawa Riga.
nel 1969: Si spegne il poeta della beat.generation, lo scrittore Jack Kerouac.
dw

Home » News » Webzine » Politica » Tunisia: quando il fuoco cova ...
sabato 23 gennaio 2016
Tunisia: quando il fuoco cova sotto la cenere
23 gennaio 2016
letture: 1802
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Politica: A cinque anni dalla rivoluzione del 2011, che ha portato alla cacciata di Ben Alì e all'ondata della "primavera araba" in Nord Africa e Medio Oriente, la gioventù disoccupata tunisina ancora una volta prorompe nelle strade e nelle piazze del paese per protestare contro un sistema capitalistico in crisi che distribuisce miseria, sfruttamento e oppressione.
Ancora una volta i disoccupati e le masse oppresse rivendicano "lavoro, libertà e dignità".

In una sequenza che ricorda gli avvenimenti del 17 dicembre 2010 a Sidi Bouzid, il 16 gennaio 2016 a Kasserine, una delle regioni più depresse della Tunisia, la tragica morte di un giovane disoccupato, Ridha Yahyaoui, ha costituito il fattore di innesco della mobilitazione generale. Il giovane è deceduto mentre scalava un palo dell'elettricità per protesta contro la sua esclusione dalle graduatorie per un posto di lavoro. Il 19 gennaio 2016 i disoccupati occupavano il governatorato di Kasserine, il governo regionale reagiva proclamando il coprifuoco, le masse di disoccupati rispondevano dando fuoco alla sede governativa e a quella del partito di governo Nidaa Tounes, un partito liberale.

In pochi giorni la mobilitazione si è estesa in tutto il paese: Sidi Bouzid, Siliana, Zaghouan, Sousse, Kairouan, Kef ed El Fahs, Gafsa, Tajerouine, Kairouan, Sfax, Douz, Biserta, fino a Tunisi dove sono scesi in piazza anche gli studenti. Il governo nazionale del premier Habib Essid, una coalizione borghese di centrodestra tra il liberale Nidaa Tounes e i Fratelli Musulmani di Ennahda, di fronte alla crescente mobilitazione generale reagiva secondo uno schema ben noto: da un lato ha promesso una commissione d'inchiesta sulla corruzione e alcuni milioni di dinari per tamponare l'emergenza, dall'altro ha attuato una brutale repressione poliziesca con arresti, ferimenti, uccisioni di manifestanti e infine proclamando il coprifuoco in tutto il paese.

La prima ondata della rivoluzione di cinque anni fa è stata deviata e sconfitta. La proposta avanzata dal presidente Beji Caid Essebsi di "conciliazione economica", cioè di recupero del vecchio ceto dirigente del RCD, il partito del regime di Ben Alì, coronava l'operazione di recupero. Quella sconfitta trova la sua origine in primo luogo nella mancanza durante gli scontri di cinque anni fa di un partito marxista rivoluzionario, radicato nella classe lavoratrice e tra le masse popolari oppresse, che ricoprisse il ruolo di direzione politica e programmatica nel processo rivoluzionario. L'assenza del partito rivoluzionario ha favorito tra il proletariato e tra le giovani masse oppresse l'egemonia politica liberaldemocratica e l'illusorio affidarsi all'imperialismo "democratico". La costruzione della fortezza europea, con il conseguente blocco dell'emigrazione, la disillusione nella speranza di un veloce cambiamento delle condizioni materiali e dei diritti democratici ha determinato tra i giovani precari e disoccupati da un lato la passivizzazione, e dall'altro la crescita del fascismo islamista.

Le contraddizioni, sociali e politiche, che cinque anni fa avevano innescato la prima ondata rivoluzionaria non sono state risolte, anzi nel tempo si sono aggravate: oggi si calcolano nel paese nordafricano circa ottocentomila disoccupati, e inoltre la crisi capitalista si è aggravata e con essa la crisi politica. Il fascismo islamista con la sua politica barbara, retrograda, repressiva e liberista non poteva né può rappresentare la soluzione per i lavoratori, i giovani e le donne.

Oggi i giovani disoccupati e le masse oppresse versano ancora una volta il loro sangue nelle strade e nelle piazze per la libertà, il lavoro e la dignità. Queste rivendicazioni immediate, come abbiamo scritto nella nostra stampa facendo un bilancio della rivoluzione araba, possono essere efficacemente affrontate solo da un governo dei lavoratori. L'urgenza e la necessita della costruzione nel fuoco della lotta del partito marxista rivoluzionario è conseguente ad un bilancio di verità e nel contempo è una garanzia di uscita progressiva dalla crisi rivoluzionaria in atto. Un partito che difenda e salvaguardi l'indipendenza della classe lavoratrice contro la borghesia nazionale, i suoi governi e i suoi partiti. Un partito che sappia affrontare il pericolo mortale dell'imperialismo che sta preparando la guerra di aggressione alla Libia. Un partito che lavori per la prospettiva di una federazione socialista in Nord Africa e in Medio Oriente quale reale soluzione alle esigenze delle masse lavoratrici, dei disoccupati e dei popoli oppressi della regione (berberi, curdi, palestinesi). Non c'è dubbio che l'attuazione di questo programma di rivoluzione permanente necessita della rifondazione immediata della Quarta Internazionale e delle sue sezioni in tutti i paesi.

di: Partito Comunista dei Lavoratori


Politica: REGIONALI: centrodestra o centrosinistra vincono comunque i padroni (2)
letture: 2813
28 gennaio 2020 di SalvatoreFagiolo
PoltronistaPolitica: I trasformisti della poltrona Dai tronisti ai poltronisti
letture: 2427
28 agosto 2019 di mario2010
Virginia RaggiPolitica: Raggi indagata per lo stadio dopo la denuncia di un ex grillino: abuso d'ufficio La Raggi indagata per la questione stadio da un ex esponente grillino e abuso d'ufficio.
letture: 2254
22 aprile 2019 di Emiliano Ziroli
.Politica: Dalle infrastrutture ai migranti: i nodi che dividono il governo Tav, legittima difesa, Venezuela e immigrazione, ma anche droghe leggere e sport: il governo gialloverde è in stallo
letture: 3095
17 febbraio 2019 di Emiliano Ziroli
Di MaioPolitica: Lega-M5S, settimana di tensioni Di Maio: dall'alleato mi aspetto lealtà Il vicepremier e leader 5 Stelle con Di Battista missione a Strasburgo. Salvini sul referendum: senza intese sceglie il popolo
letture: 3324
14 gennaio 2019 di Emiliano Ziroli
cesare battistiPolitica: Battisti in volo per l'Italia. Salvini: "Io sarò in aeroporto" L'aereo dei servizi è decollato dalla Bolivia. Arriverà a Roma domani alle 12:30. Il ministro: "Orgoglioso e commosso"
letture: 3274
14 gennaio 2019 di Emiliano Ziroli
.Politica: Quota 100 e reddito di cittadinanza. I decreti slittano di una settimana Erano attesi per oggi ma la Ragioneria generale dello Stato sta ancora esaminando i provvedimenti. La nuova data utile sarebbe venerdì della prossima settimana.
letture: 3493
10 gennaio 2019 di Emiliano Ziroli
SalviniPolitica: Salvini: "Da Conte nessuno sgarbo". Ma adesso tira aria di crisi Fonti leghiste lanciano l'allarme: rottura prima delle Europee: "Come si fa ad andare avanti? Tav sì, tav no, migranti sì, migranti no"
letture: 3502
10 gennaio 2019 di Emiliano Ziroli
sindaciPolitica: Fanno i solidali con le nostre tasse Chi si oppone al dl Sicurezza dovrebbe spiegare con quali soldi pensa di pagare i costi del "nobile atto" umanitario
letture: 2705
05 gennaio 2019 di Emiliano Ziroli
.Politica: Ecco le misure più importanti della manovra 2019 Nel testo della manovra, alcune importanti novità come il raddoppio Ires per gli enti no profit, il taglio degli aumenti alle pensioni. Novità anche per le famiglie e per gli stabilimenti balneari
letture: 2570
31 dicembre 2018 di Emiliano Ziroli








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
IL PCL E I REFERENDUM
letture: 1780
04 agosto 2016
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Attenzione alle inezie
letture: 1826
06 aprile 2016
Cinque anni dopo la Primavera Araba il centro ovest della Tunisia torna ad infiammarsi
letture: 1735
23 gennaio 2016
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Tunisia: quando il fuoco cova sotto la cenere
letture: 1803
23 gennaio 2016
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Sull'uscita di Falcemartello da Rifondazione Comunista
letture: 1998
14 gennaio 2016
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Lettera aperta alle compagne e ai compagni di Rifondazione Comunista
letture: 1962
22 novembre 2015
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Il vero volto del grillismo, (1)
letture: 1754
07 novembre 2015
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Se questa è Chiesa.
letture: 2068
28 agosto 2015
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Il tradimento di Tsipras
letture: 2355
14 luglio 2015
PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI
Fmi e Ue prendono per il collo il popolo greco.
letture: 2749
29 giugno 2015