Home | News | Eventi | Links | Oroscopo | Community | Ricerca

TeleFree



Community
Nick:
Pass:
:: registrati!
:: persa la password?

sx Eventi dx
dal 28/09 al 31/12 Scienza e Tecnologia: L'IRCCS San Gallicano vince bando della Ricerca Finalizzata 2019 per "Giovani Ricercatori"
letture: 3475
dal 19/10 al 29/12 Fondi: FONDI (LT), Libri di testo: per chiedere i contributi c'è tempo fino al 30 dicembre
letture: 1131
dal 29/10 al 06/01 Pomezia: Le Mani della Terra - I Valori del Mare
letture: 3175
dal 06/11 al 31/12 Cisterna: IL CENTRO SPORTIVO SAN VALENTINO SI CANDIDA AI FONDI PER IL PIANO NAZIONALE "SPORT E PERIFERIE"
letture: 2489
dal 09/11 al 09/11 Cisterna: NASCE IL CANALE TELEGRAM "INFOPOLIZIA LOCALE CISTERNA"
letture: 2115
dal 10/11 al 30/03 Gaeta: Torna "Un ponte di parole"
letture: 2098
dal 11/11 al 30/12 Cisterna: CISTERNA di Latina, COVID: IL COMUNE CERCA NEGOZI DA CONVENZIONARE PER LA CONSEGNA A DOMICILIO
letture: 1903
dal 12/11 al 22/12 Fondi: Il sindaco incontra i dirigenti: a Fondi le scuole restano aperte
letture: 1717
dal 13/11 al 30/12 Fondi: Mascherine e assembramenti: intensificati i controlli a Fondi
letture: 1720
dal 20/11 al 20/11 Fondi: Il Comune di Fondi tende la mano agli ambulanti: a novembre il mercato si terrà di venerdì
letture: 1325
dal 22/11 al 29/11 Formia: MARANOLA di FORMIA: Festival di Musica e Cultura Tradizionale
letture: 1756
Calendario Tutti gli Eventi
dw

sx Menù dx
 menu Home
 menu News
 menu Eventi
 menu Links
 menu Fototeca
 menu Oroscopo
 menu Ricerca

 menu Community
 menu Registrati
 menu Entra
 menu M. Pubblici
 menu M. Privati
 menu Invia una news
 menu Invia un link

 menu Info
 menu Disclaimer
 menu Netiquette
dw

sx Online dx
iscritti:15.628
visitatori:318
dw

sx Links dx
 links Abbigliamento
 links Agenzie Immobiliari
 links Agriturismo
 links Alberghi
 links Artigianato
 links Associazioni
 links Auto - Moto
 links Aziende
 links Banche
 links Bar e Pasticcerie
 links Biblioteche
 links Centri Commerciali
 links Chiese
 links Cinema
 links Comuni
 links Cultura e Spettacolo
 links Enti Locali
 links Eventi
 links Farmacie
 links I siti degli utenti
 links Il Territorio
 links Imprese Edili
 links Informazione
 links Medicina
 links Nautica
 links Parchi
 links Partiti Politici
 links Piante e Fiori
 links Ristoranti & Pub
 links Scuole
 links Sport
 links Stabilimenti Balneari
 links Studi Cine-Foto
 links Supermercati
 links Terapisti
 links Viaggi e Turismo

Links Tutti i Links
dw

sx Eventi Storici dx
domenica
29
novembre
S. Livia
Compleanno di:
sex doghi
sex dragone
nel 1864: Truppe irregolari americane attaccano a tradimento e massacrano 163 pellirossa Cheyenne e Arrapaho accampati nei pressi del torrente Sand Creek, in Colorado.
dw

Home » News » Frosinone » Picinisco » Quando le pietre di un piccolo...
martedì 13 agosto 2013
Quando le pietre di un piccolo mondo antico tornano a parlare
A I Ciacca, antico borgo rurale di Picinisco, rinasce una barbatella di speranza.
letture: 3907
I Ciacca di Picinisco
I Ciacca di Picinisco
Picinisco: di Sergio Andreatta da www.andreatta.it (per la migliore visione delle foto)
Eccoci a I Ciacca nel cuore del più bel paesaggio toscano immaginabile, nel cuore della Ciociaria citeriore, appena sopra Atina in Val di Comino. In questo borghetto in comune di Picinisco, abbandonato da più di una generazione, non ci arriveresti mai se non per invito dell'attuale unico proprietario, l'avvocato scozzese Cesidio Di Ciacca. Il paesaggio collinare che si spalma tutt'intorno è dolce, qui, a 600 m. s.l.m., la nuance di verdi fino ai più vividi anche in piena estate ti rapisce, una visione idillica che richiama pitture di pastori e poesia bucolica, ed è anche per questo forse che, seppure in pieno inverno, arrivò da queste parti nel 1919, accompagnato dall'amante Frida, il grande scrittore D.H.Lawrence. E solo qui, il pittore-scrittore londinese, avrebbe potuto riprendere l'ispirazione e completare l'intensa storia d'amore di "The lost girl". A molti dei presenti, con educate intonazioni inglesi e scozzesi, il genius loci richiama prevalentemente il linguaggio della nostalgia affettiva, delle radici defedate e perdute nella successione delle generazioni e che pure i familiari ritrovati non stentano a ricostruire insieme passandosi tra le mani fotografie sbiadite dalla caduta del tempo. Quando arrivo saluto con una stretta di mano il cordiale Cesidio in attesa degli ospiti: "Ecco, un'altra Picinisco dai mille panorami", "In questo momento di crisi, Sergio, ho voluto coltivare, soprattutto, un'idea di speranza per i giovani del paese". Più di un'apostolica speranza. Cesidio Di Ciacca ha già investito notevoli risorse finanziarie nel particolare restauro di una caserma nel centro storico di Picinisco ricavandone l'originale albergo "Sotto le Stelle" per una proposta di ospitalità assolutamente indimenticabile*. Alle 9, nel cortile centrale di questo singolare grumo di case, abitato fino a quarant'anni fa da cinque nuclei familiari, due di Di Ciacca, due di Cucchi e uno di Valente, ha inizio la messa concelebrata da mons. Dionigi Antonelli e dal rettore del santuario della Madonna di Canneto, anche parroco di Picinisco, l'abate Antonio Molle. Si dice che ogni impresa deve assicurarsi la benedizione del cielo. E non si fa sfuggire l'occasione di ricordarlo, durante l'omelia, il dott. Dionigi Antonelli, autore di molti libri di storia locale, che nel suo veloce excursus parte dalla ritualistica latina per concludere, prima dell'augurio finale dispensato sulle teste dei presenti con un rametto di ulivo irrorato di acqua santa, con un fugace richiamo ai riti delle rogazioni. O Madre Terra, qui riecheggiano le invocazioni del culto primordiale e sempre attuale alla coscienza ecologista. Qui oggi sono presenti "... simboli ... più evidenti e più importanti di quel che pensiamo" come ha scritto Kahlil Gibran**. Ma senza lo sguardo benigno della deità, tra cielo e terra, nulla sarebbe possibile. E, senza il provvido sorriso di Dio, il progetto di Cesidio, che piano piano sta diventando il sogno condiviso da un'intera Comunità, chissà...? I Ciacca, Di Ciacca: sarà nato prima il toponimo o il cognome della gens, famiglia pure presente nei registri dei battesimi della Collegiata di S. Lorenzo da molti secoli? Rimane il dubbio ma nella mia ipotesi propenderei per una precedenza etimologica da attribuire all'attività di allevamento di suini, quindi alla località - così e per questo - contrassegnata (toponimo) e quindi alla necessità di identificazione dei suoi allevatori-abitanti (dove il "Di" genitivo verrebbe dopo l'"I" determinativo). Domani il progetto personale di Cesidio s'incentrerà sul restauro conservativo ma anche funzionale dell'intero borghetto parentale per arrivare a farne una beauty farm, un fitness center, o, come diciamo noi italiofoni, un centro-benessere e Dio solo sa di questi tempi quanto ci sia bisogno di promuovere benessere psico-fisico tra le persone travolte dagli inimmaginabili stress della frenetica vita moderna. Un settimana di sosta per cura del corpo e relax sotto il crinale de Le Sentinelle e sopra l'orizzonte che partendo da Colle Posta si perde molto lontano, potrebbe davvero rappresentare la giusta panacea. Ma questo è il sogno personale di Cesidio, il progetto comunitario, invece, parla già di una Cooperativa "Picinisco in Comunità" appena costituita e che, ancora in fase di lancio, sollecita i molteplici contributi di tutti. L'obiettivo è quello di valorizzare la produzione eno-gastronomica della Valle di Comino che per Picinisco non si ferma solo al culto del famoso pecorino, a freddo di alta montagna, che per le erbe del pascolo e le sue peculiarità di lavorazione, davvero uniche, ha ormai conseguito il DOP in sede di Unione Europea, come ci è stato ricordato proprio in questi giorni di "XII Pastorizia in Festival" ma soprattutto in questo caso il ripristino e la valorizzazione di un antico e autoctono vitigno come il Maturano, bianco, in via di pericolosa estinzione per il catalogo della biodiversità vitivinicola ma anche per la memoria di cantina dei piciniscani. Dopo la messa, e prima del ricco buffet servito all'aperto, come ben si conviene in qualsiasi posto di campagna, da "Casa Lawrence" e dalla "Locanda di Arturo", abbiamo potuto assistere dall'alto ai primi movimenti di un escavatore giallo impegnato nello scasso dei sei ettari di terreno da predisporre per la messa a dimora di 20.000 barbatelle di maturano. E' solo l'incipit di un movimento, qualcosa di veramente importante, una svolta significativa sottolineata dalla partecipazione della gente che continua ad aderire entrando come socio nella cooperativa. Ma appoggiandosi alla rete delle sue molte conoscenze internazionali Cesidio Di Ciacca conta di commercializzare anche altri prodotti come il cannellino bianco e il cabernet di Atina, i torroni di Alvito, le marmellate (jams) fatte in casa secondo un disciplinare, il miele selezionato di molti cantoni di questa stupenda Valle fiorita. C'è questo clima ideale, favorevole a molti propositi di contrasto dell'abbandono della montagna che quando dolorosamente avviene, desertificandone i paesi, avviene solo perché non si riesce a trovare un lavoro e una prospettiva dignitosa ai giovani che pur vorrebbero rimanere. Mi augurerei una maggiore attenzione da parte dell'U.E. su questi obiettivi di sociologia del lavoro, non lasciando soli i privati nell'intento dei loro percorsi. La varietà di proposte, sostanzialmente per gli amanti di una vita genuina e semplice, i panorami mozzafiato (su cui molto ho scritto in Lovely Picinisco e su Facebook) dovrebbero spingere non solo gli appassionati ma anche gli intelligenti, oltre i semplici e i pellegrini che transitano a migliaia diretti a piedi al Santuario della Madonna di Canneto, a godere più intensamente e a pieno di questo paradiso terrestre senza l'ansia di consumazione turistica di chissà quali mete esotiche. Ed ecco, nelle scale di accesso ad una casa, passati i decenni, si ricostruisce con le stesse presenze un quadretto fotografico parentale. C'è la paesana Rachele Brancatisano di "Un giorno da pecora" (RAI2) ad intervistarle, anche per il Festival delle Storie che si tiene in Valle a fine agosto. Chiedo dove fosse l'acqua, perché senza non si vive, dove l'andassero ad attingere. Clara Di Ciacca mi dice: "Poco distante, alla sorgente de Il Sambuco!", acqua fresca e chiara nei terreni di loro proprietà. E ci andavano ad attingerla le giovani con le conche di rame in testa o i giovani con due barili caricati sulla schiena di un asino. Come ogni fonte anche questa era l'occasione per sfuggire al severo controllo dei genitori ed intrecciare storie e amori. Ora Cesidio Di Ciacca introduce me e mons. Dionigi Antonelli negli ambienti più riservati, nelle stanze più ricche di ricordi della sua casa avita nel cuore del povero grumo di case. Don Dionigi, che nel 1944 trascorse qui due mesi durante lo sfollamento per l'occupazione tedesca di Picinisco, s'inginocchia all'improvviso per baciare il polveroso pavimento della cucina in cui fu ospite e Cesidio ancora una volta si commuove. L'aveva fatto la prima volta, vinta ogni inibizione emotiva travolto dai vincoli della nostalgia e da un impeto di amore verso la moglie e i figli e nel delicato pensiero della mamma ad Edimburgo, prendendo la parola al termine della messa. Ci ributtiamo fuori non prima che, maneggiandolo avanti e indietro, don Dionigi possa dissertare questa volta sul "patibolo" della porta e appena usciti si rivolti ancora indietro per indicarci un pertugio in alto nel muro. "Un regio decreto del 1821 autorizzava il capofamiglia - proferisce - a detenere e ostentare un archibugio pronto allo sparo contro i briganti numerosi che infestavano la Terra di Lavoro che si fossero presentati all'uscio di casa". Penso, perché mi premono dentro, ai tanti valori culturali, architettonici elementari ma anche di antropologia culturale e sociologia del lavoro.Lì vicino c'è l'aia dove nell'agosto del 1937, sui ritmi di una fisarmonica impegnata in tarante e saltarelli, si sono incontrati una bella ragazza in vacanza proveniente da Londra ed un giovane e aitante forestale della stazione di Picinisco. Galeotti la musica, il carezzevole sorriso della luna o forse più l'ardore della loro giovinezza, fatto sta che Olga*** (Mancini di Picinisco) ed Emilio (Pirri di Castel S.Angelo) si strinsero per un ballo l'uno all'altra e non si sciolsero più. Dopo due anni di fidanzamento i miei suoceri si sarebbero sposati coronando il loro eterno sogno d'amore. Quelle che qui si vedono, anche ben disposte secondo una loro logica esistenziale, non sono solo pietre ma sentimenti vivi, nostalgie di un mondo di povertà che non c'è più, sbocchi di emozioni incontenibili per chi può rivivere attraverso le parole di un racconto, come i Di Ciacca qui oggi convenuti anche dall'estero, le vicende in carne e ossa dei propri avi. © - Sergio Andreatta, RIPRODUZIONE RISERVATA

* FOOD and TRAVEL dedica un numero monotematico alla Ciociaria: DISCOVER CIOCIARIA, Italy's best kept secret, con bei servizi e stupende foto di Picinisco, mentore Cesidio Di Ciacca, owner, Sotto le Stelle.

** K. Gibran, Parole sussurrate, Simboli.

*** Durante la celebrazione religiosa sono stati ricordati i defunti Di Ciacca e altri parenti dei presenti annotati su un foglio tra cui Emilio e Olga scomparsa 21 anni fa, singolare coincidenza, proprio in questo giorno.


Scritto da : Sergio Andreatta

di: Sergio Andreatta


Come il Daily riferisce il tragico fatto sminuendolo,Picinisco: Arandora Star, la cattiva memoria. 2.07.1940, ore 6,58: un grave misfatto, più che solo un increscioso incidente, di W. Churchill.
letture: 2647
22 luglio 2019 di Sergio Andreatta
Il reparto del tenente Albino Antonelli sul fronte greco-albanese.Picinisco: Entri dal cancello con l'istinto della fuga... I nomi delle molte vittime incisi su una lapide.
letture: 2252
12 ottobre 2017 di Sergio Andreatta
Dom Edmer abate di PiciniscoPicinisco: La benedizione delle case, emigrazione da un rito. Come accetta questo rito una società multietnica, multireligiosa e diffusamente laicizzata?
letture: 2503
03 aprile 2016 di Sergio Andreatta
Orso marsicano (Corpo Forestale)Picinisco: Picinisco, tutti pazzi per l'orso Lorenzo di Sergio Andreatta da www.andreatta.it (anche per le foto). Poco prima di mezzanotte scende in paese un orso bruno marsicano.
letture: 5756
17 agosto 2013 di Sergio Andreatta
Picinisco, Cascata sul fiume MelfaPicinisco: Spettacolo Melfa Tra balzi e cascatelle spettacolari i giochi d'acqua del fiume Melfa nel territorio di Picinisco.
letture: 4736
10 luglio 2013 di Sergio Andreatta
Madonna Pastora da www.andreatta.itPicinisco: E nel clou del Pastorizia in Festival,appare a Picinisco la Madonna Pastora La Madonna Pastora ritorna alla luce dopo così tanto inspiegabile oblio (da: www.andreatta.it)
letture: 4789
16 agosto 2011 di Sergio Andreatta
Aurelio Picca (sx), M.R. Valentini (dx), scrittori al II Festival delle Storie - PiciniscoPicinisco: "Antonia" l'ultimo romanzo di Maria Rosaria Valentini II Festival delle Storie della Val di Comino, da www.andreatta.it
letture: 4169
08 agosto 2011 di Sergio Andreatta
regione lazioPicinisco: La Regione Lazio non rispetta la cultura popolare della Valle di Comino Duro Comunicato Stampa dell'ing. Giancarlo Ferrera: penalizzata la tradizione, il turismo e l'economia estiva della Valle.
letture: 3252
04 luglio 2011 di Sergio Andreatta
Religiosità di Luigi GiannettiPicinisco: RELIGIOSITA', un libro di fotografia di Luigi Giannetti Quando il più profondo legame comunitario, il sentimento religioso di un paese, Picinisco, diventa un'opera d'arte.
letture: 6159
08 agosto 2009 di Sergio Andreatta
Picinisco 2009, Il sentiero della ragazza perdutaPicinisco: Picinisco. Il sentiero della ragazza perduta Per ritrovarsi bisogna prima un po' perdersi...
letture: 5382
04 agosto 2009 di Sergio Andreatta








:: Archivio News
:: Pagina Stampabile
:: Invia ad un amico
:: Commenta


News dello stesso autore:
De rerum natura
Peste di Atene e Covid 19
letture: 3666
29 maggio 2020
Il saggio del prof. J. Kelly
Peste e Progrom nel XIV secolo
letture: 2055
08 aprile 2020
Covid 19 e Peste Nera
La peste Nera (1)
letture: 1821
30 marzo 2020
Latina, Monumento a Eunice Kennedy
Monumento a Latina per Eunice Kennedy
letture: 3617
15 dicembre 2019
L'Ambasciatrice indiana a Roma e il Sindaco Damiano Coletta
La Comunità Sikh dona 550 piante a Latina
letture: 3496
15 dicembre 2019
Roma, partecipata mobilitazione dei D.S.
Dirigenti scolastici in agitazione per la sicurezza delle scuole
letture: 3201
08 novembre 2019
Come il Daily riferisce il tragico fatto sminuendolo,
Arandora Star, la cattiva memoria.
letture: 2647
22 luglio 2019
Convegno Missionario Diocesano a Latina
Convegno Missionario Diocesano 2018 a Latina
letture: 2172
01 dicembre 2018
Latina, Ritratto di Città (copertina)
Fabio Benvenuti, LATINA, Ritratto di Città
letture: 1967
27 novembre 2018
Il teologo luterano  prof. Martin Wallraff
"Protestantesimo e cultura italiana"a 500 anni (1517/2017) dalla Riforma di Martin Lutero
letture: 2698
15 dicembre 2017